Con alcuni retrofit economici abbiamo reso la nostra Oasi 540N abbastanza indipendente dall’alimentazione da terra.

Innanzitutto, sul tetto è stato montato un modulo solare da 150 watt ad alte prestazioni molto compatto di Offgridtec, caratterizzato da un cosiddetto design “back contact”, che ha un livello di efficienza estremamente elevato del 22%.
Anche il retro di questo modulo è rivestito. Ho fatto il montaggio da solo, nessun trucco con i moduli di montaggio incollati.

L’impianto è completato da un regolatore solare Votronic MPP 250 con un display corrispondente dal computer solare S di Votronic.

A prima vista, un investimento costoso di circa € 750 è necessario per una batteria agli ioni di litio Lifepo 4 molto affidabile con 120 Ah di Robur. Il prezzo, tuttavia, è messo in prospettiva se si considerano la durata (molto superiore rispetto ad una batteria al piombo) e i dati sulle prestazioni.
La batteria pesa circa 16 kg rispetto ai quasi 60 kg delle 2 batterie AGM da 95 Ah utilizzate in precedenza, che in pratica erogano solo 95 Ah di potenza perché possono essere scaricate solo al 50%, contrapposto al potenziale 100% della batteria al litio.
Ciò rende disponibile molta più energia rispetto alle due AGM relativamente enormi e super pesanti messe insieme. Per inciso, si adatta facilmente sotto il sedile del conducente e lascia spazio al caricatore CBE.
Un inverter per il funzionamento, ad es. di una macchina da caffè è facilmente gestito da questa batteria.
Abbiamo sostituito il nostro frigorifero trivalente con un frigorifero a compressore da 90 litri del produttore italiano Vtitrifrigo. Quindi hai sempre una birra fresca, non importa quanto sia inclinata la nostra Oasi. Il consumo energetico di 45 watt e il livello di rumore sono minimi.
Il modulo solare carica completamente la batteria durante il giorno, in modo che rimanere carichi in modo indipendente per alcuni giorni non sia un problema. Anche con tempo relativamente nuvoloso, il moderno regolatore solare contribuisce all’autosufficienza con una discreta capacità di ricarica.

Un inverter da 300 watt è disponibile per caricare le batterie dell’eBike e mentre il motore è in funzione, un booster di carica (40 A) di Votronic carica la batteria in tempi record.
Il processo di ricarica è notevolmente più veloce rispetto alle batterie convenzionali con la stessa tecnologia di ricarica.
La batteria Robur Lifepo4 ha il vantaggio che la tecnologia di ricarica esistente può continuare ad essere utilizzata uno a uno senza restrizioni e quindi costi aggiuntivi.

Altra fonte di autosufficienza sono le due bombole Alugas da 12 kg, che rendono superfluo il trasporto di bombole del gas e la ricerca di stazioni di ricambio.
Molte stazioni di rifornimento offrono il GPL e a condizioni notevolmente più favorevoli rispetto al gas. All’inizio avevo un po’ di timore per il processo di rifornimento, ma ora è diventata una routine come fare il pieno di diesel.

Siamo arrivati ​​ad apprezzare queste modifiche nella vita di tutti i giorni e non vogliamo più perderle.

Nel prossimo post mostrerò come si possono creare 4 comodi letti nel compatto OASI 540 N con uno sforzo minimo.

Vuélvase casi autosuficiente con su Wingamm - Accesorios y consejos - camper

Figura 1 Batteria Lifepo4

Vuélvase casi autosuficiente con su Wingamm - Accesorios y consejos - camperFigura 2 booster di carica

Vuélvase casi autosuficiente con su Wingamm - Accesorios y consejos - camperFigura 3 Bottiglie del serbatoio Alugas